Impronte d’Itria

E’ Aprile e la Puglia è tutta un’esplosione euforica di colori, di profumi, di sapori che fanno da preludio alla lunga estate calda che ci attende.

La primavera qui è un passaggio catartico, un’esperienza lunga un’intera stagione, che ti affranca il cuore. In cui puoi ritrovarti, oppure semplicemente perderti tra i tratturi che conducono all’anima. Tra il rosso carminio della calce vestita a festa dei trulli patrizi, tra le chiancarelle che fiere sorreggono pennacchi bianchi, tra i muretti a secco che ordinati, disegnano contorni da favola.

E come un rito antico, come una gioia segreta che amo condividere con le persone del cuore, ogni primavera è qua che devo essere.

Quest’anno, per la mia piccola vacanza di inizio stagione, ho scelto la dimora di due miei cari amici. Una delizia che parla tutta di autenticità e meraviglia, a pochi minuti da Alberobello e Locorotondo. Ben 11 trulli del 1700, sapientemente ristrutturati, confortevoli, accoglienti, cosi come i proprietari, due amabilissimi e perfetti padroni di casa, i due fratelli Fabio e Luca.

Ero alla ricerca di una struttura abbastanza spaziosa per accogliere alcuni amici non pugliesi ma ipnotizzati dalla nostra regione ed in particolar modo dalla Valle d’Itria, che ogni hanno tra Aprile e Maggio vengono a farmi visita, a rilassarsi tra i trulli, appuntamento imperdibile da quasi dieci anni ormai.

Impronte d’Itria’, questo il nome della Casa Vacanza da me scelta per quest’anno, è stata l’ideale per ospitare un bel gruppo di amici come il nostro, ben quattro camere da letto per un totale di dieci posti letto, tre bagni comodi, una cucina accessoriata in cui poter preparare tutte le pietanze pugliesi che puntualmente mi sono state commissionate (per alcune ricette, invito a visionare la sezione del mio blog che meticolosamente cerca di raccoglierle), ampi spazi interni ed esterni, una vista favolosa, un frutteto con patio in cui il forno a legna la fa da padrone nelle belle serate (ammetto, faceva un po’ freddo di sera ma noi abbiamo sfidato il tipico calo termico di stagione e preparato una ottima focaccia homemade).

Personalmente, amo le case che dispongono di una buona dose di privacy esterna, ma che nel complesso non siano totalmente isolate ed i trulli di Luca e Fabio sono l’ideale. Ci siamo spostati agevolmente nei dintorni, essendo in posizione davvero strategica.

In pochi minuti di auto abbiamo raggiunto Martina Franca, Cisternino ed Ostuni. La temperatura è stata cosi mite che ci siamo concessi anche una mattinata al mare, un piacevole vento di scirocco, l’acqua cristallina delle spiagge di Monopoli, un must da non perdere fuori stagione.

Per ben due sere siamo stati a cena nella meravigliosa Polignano, vicinissima ai nostri trulli ed ogni volta, anche per me che la visito almeno un paio di volte al mese, sia in inverno sia nella bella stagione, è sempre come fosse la prima.

Sono stata realmente contenta e soddisfatta della mia scelta e di aver potuto ospitare i miei esigentissimi amici in una location cosi speciale.

Riepilogando, i trulli ‘Impronte d’Itria’ sono l’ideale per chi desidera trascorrere un soggiorno autentico, in una dimora del 1700 con ben 11 trulli restaurati ad arte.

Un casa vacanza dotata di ogni comfort, ampi spazi interni ed esterni, giardino, frutteto, gazebo.

10 posti letto distribuiti in 4 camere da letto, 3 bagni ed una cucina accessoriata.

La Valle d’Itria a portata di mano, a 5 minuti d’auto da Alberobello e Locorotondo.

Consigliatissimo!

Vi lascio qui la brochure da scaricare, nel caso abbiate deciso di lasciarvi tentare dalla proposta di Luca e Fabio.

IMPRONTE D’ITRIA brochure ITA