Quando la creatività incontra il gusto

Premessa: occupandomi da molti anni di servizi e beni di lusso in ambito turistico sono, per questioni legate alla mia professione e per indole, molto esigente. Esigente nel servizio, nella presentazione ed anche nella proposta gastronomica quando devo scegliere dove passare alcune ore in piacevole compagnia seduta ad un tavolo di un ristorante.
Sono barese, un po’ leccese, parigina d’adozione e forse per questo amo unire alla tradizione, l’innovazione e la creatività.
Amo le osterie che ripropongono food casalingo e genuino ma amo altrettanto ristoranti di ricerca e di altro profilo.
Purtroppo nella mia città natale, quella in cui vivo attualmente, ovvero Bari, non è semplice trovare quest’ultimi. Sarà perché a noi baresi piace sentirci a casa anche quando siamo fuori, fatto sta che i buoni ristoranti presenti in città hanno più o meno la stessa offerta culinaria, oltre che la stessa modalità di servizio ed alle volte anche la stessa identità visiva ed ecco perché spesso preferisco rinunciare ad un pranzo o ad una cena importante. Questo fino all’altra sera. Dovendo festeggiare una bella ricorrenza, a me molto cara, ho provato a comportarmi da turista. Lavorando con i social media non potevo che “affidarmi” al giudizio altrui per decidermi su quale fosse il posto migliore dove trascorrere la mia serata speciale.
Per prima cosa ho consultato il noto portale Trip Advisor, ma alla voce Ristoranti Bari, vien fuori una serie di locali, pub, bar, gelaterie, pasticcerie con un buon livello di giudizio ma assolutamente inutili per chi ricerca un Ristorante a Bari, per l’appunto.
Un po’ infastidita dalla prima ricerca inutile e dal tempo perso, sono andata avanti imbattendomi in una serie di siti-recensioni di dubbia veridicità, alcuni dei quali obsoleti perché non aggiornati al 2014.
Mi è subito venuto in mente che se fossi stata una turista, cosa che nel mio intento volevo quasi dimostrare, mi sarei forse affidata al primo nome in lista e non avrei magari goduto di una buona cucina del territorio in locale accogliente che sapesse raccontare la storia della nostra terra.
Questa premessa lo so è un po’ lunga, ma volevo spiegare qui uno dei motivi per cui è nato Diario di Puglia,

per raccontare questa regione così come viene al cuore e così come salta agli occhi.

Una Puglia di qualità che possa ispirare viaggi ed esperienze enogastronomiche.
Bene, abbandonato il web, mi è fortunatamente venuta in mente una bella recensione fatta da una mia cara amica, circa un Ristorante in città che era una vera e propria rivelazione.
Ed eccomi cosi alle ore 20.00 dinnanzi alla porta di Biancofiore, in Corso Vittorio Emanuele II n° 13 a Bari.

L’impatto è davvero positivo fin dall’accoglienza, fatta direttamente dai due proprietari del locale, Diego e Daniela, giovani preparati e professionali con una grande passione per il loro mestiere. Una passione che si percepisce in ogni piccolo dettaglio. Un’attenzione verso il cliente davvero rara.

Giuste le luci, giusti i colori e gli arredi che raccontano Puglia, indovinatissima la proposta del bravissimo chef Giacinto Fanelli.

Un menù originale, essenziale e con prodotti del territorio di altissima qualità (provati).

L’entrèe servita, una vellutata di ceci con pomodorini secchi al cucchiaio, è già una festa mediterranea. Un benvenuto ai sapori pugliesi.
L’esperienza continua con gnocchi al nero di seppia, tartare di pescato freschissimo, come ombrina e gamberi rossi di Gallipoli, polpo su crema di peperoni, personalissima interpretazione dello Chef e poi ancora verdurine di stagione vestite di gusti autunnali, costolette d’agnello al tarallo pugliese e per finire, una scelta di dolci e dessert home made, finalmente, dai sapori decisi di un agrumeto antico, di erbette del sud, di caffè alla sambuca, di bastoncini di vaniglia, insomma, un crescendo di buone sensazioni e di sorprese gradite agli occhi ed al palato. Una novità leggera e di spessore allo stesso tempo.

I prezzi sono nella media, 35,00 euro per un menu completo degustazione mi sembra davvero un buon compromesso per poter degustare gli eccellenti piatti di Biancofiore.

RISTORANTE BIANCOFIORE

Corso Vittorio Emanuele II n° 13 – Bari

Tel. 080 5235446 – Cel. 340 8946354